Ponte Coperto
Castello
Castello
A+ A A-

SIMPOSIO

"Stazione spaziale tra scienza e fantascienza"

Abbiamo assistito al simposio sullo spazio tenuto da Gianpietro Ferrario, appassionato radioamatore e socio dell'ISAA.

Lo studioso ha iniziato la presentazione parlandoci della Stazione spaziale internazionale (ISS), ovvero il laboratorio di ricerca che orbita attorno alla terra ogni giorno dal 12 aprile 1998,  data in cui è stato lanciato il primo modulo.

La Stazione è il più grande avamposto spaziale che il genere umano abbia creato e probabilmente anche l'ultimo. In futuro, infatti, si pensa di riuscire a raggiungere altre mete piú lontane da noi grazie ai nuovi studi attualmente in corso. La stazione si trova distante solo 400 km dalla superficie terreste ed ha le dimensioni di un campo da calcio.

L'ISS è un esempio di cooperazione tra stati, che ha reso possibile perfino l'avvicinamento tra Russia e Stati Uniti almeno in campo scientifico.

La velocità della stazione è di 7,7 km/s le permette di orbitare attorno alla terra in soli 92 minuti. Il suo assemblamento è avvenuto lanciando i singoli moduli al di là dell'atmosfera uno alla volta, poiché sarebbe risultato impossibile mandare in orbita una navicella cosí grande tutta insieme. La maggior parte dei moduli è stata finanziata da Stati Uniti e Russia, ma hanno contribuito anche Europa, Canada, Giappone, Brasile e Italia che ha lanciato un modulo da lei prodotto e sovvenzionato, nonostante ci fossero già fondi europei.

Il primo modulo è stato lanciato il 20 novembre 1998 dalla Russia e si chiama Zarya; mentre l'ultimo, lanciato il 10 aprile 2016 è addirittura un prototipo di albergo spaziale e potrebbe ospitare dei turisti.

Successivamente Ferrario ci ha spiegato che l'Italia è attiva nel campo della ricerca scientifica spaziale, infatti ben 4 astronauti italiani sono impegnati in missioni spaziali internazionali. Tra questi quattro c'è la celebre Samantha Cristoforetti che ha fatto il record dei giorni consecutivi trascorsi nello spazio. Ferrario ha terminato la conferenza illustrando le diverse tipologie di veicoli spaziali attualmente utilizzati per le ricerche e  spiegando come sia possibile vivere dentro di esse per lunghi periodi di tempo. Per chi fosse interessato a maggiori informazioni può visitare il sito forumastronautico.it 

la presentazione è stata ripetuta due volte. la prima per i ragazzi della scuola secondaria di primo grado, mentre la seconda per la scuola secondaria di secondo grado.

Articolo a cura di:
Sara Schimperna, Beatrice Oliva e Elena Emmanueli
2ALS e 2DLS Itis "G.Cardano" - Pavia

YouTube