Ponte Coperto
Castello
Castello
A+ A A-

Sale romaniche

La 3CL del Cairoli ci ha guidato per una mostra sull'arte romanica in una delle zone del castello.

Le varie opere sono state divise in sale.

La prima è caratterizzata da un'imponente tomba Opus Cementium, che possiede questo nome perché realizzata con Pietre Calcestruzzo. La sala successiva colpisce con il suo blu acceso e le stelle, un tempo dorate, simbolo della vita dopo la morte. Sotto li stemmi della famiglia reale si trovavano diverse statue di epoca romana, in stile classico.

Nel resto della mostra sono presenti resti di monumenti funerari come tombe, sarcoffagi, lapidi di diverse dimensioni e stili, riconoscibili dalle iscrizioni in latino e le cornici. La mostra è ricca di vasi, contenitori, ampolle alcune addirittura in vetro. L'ultima collezione di anelli, bracciali, monete e croci in oro lascia poi spazio all'ultima attrazione della mostra: una sedia realizzata a cavallo tra l'epoca romanica e quella longobarda che mostra uno dei primi utilizzi del cuoio, infatti il sedile è di questo materiale. La rimanente parte della struttura è in ferro battuto. Molto caratteristici i piedini della sedia che hanno la forma di insetti, in quel periodo venerati al contrario di oggi giorno, dimostrazione ulteriore del grande cambiamento di pensiero nelle diverse epoche.

Articolo a cura di: 
Beatrice Affini, Alessandro Campari
3AI Itis “G.Cardano” - Pavia

YouTube